17

autismo incazziamoci

capitolo 16

17

Le lezioni teoriche si susseguivano monotone, una dopo l’altra. Aspettavo di sentir dire qualcosa di utile, di essere illuminato. Pensavo “adesso comincia la parte interessante, adesso comincio ad imparare qualcosa di utile per Rosanna” e non succedeva mai nulla.

Inoltre, a casa, Giacomo si stava facendo sempre più pressante ed anche più aggressivo. Mal sopportava che io restassi assente da casa tanto a lungo per andare a svolgere un tirocinio del quale non portavo a casa i frutti. Probabilmente Elisabetta Caterino aveva sbagliato ad ammettermi: io non mi accontentavo di affastellare pseudoconoscenze e farmi rincitrullire dai libri per convincermi che la “scienza” da me praticata era l’unica possibile e che, in questo mondo, il migliore dei mondi possibili è quello in cui l’ABA domina tutto.

Più che altro, le lezioni mi sembravano sempre uguali l’una all’altra. Almeno le prime lezioni, tenute tutte da Elisabetta Caterino, unica docente…

View original post 739 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s